Finalisti AQMF 2020

DANIELE MAMMARELLA – curriculum

DELIO LAMBIASE – Nel 2015 il suo romanzo d’esordio, “Il grande salto”, poi un salto vero da una bici… e tanto tempo a disposizione per riabbracciare una vecchia chitarra acustica. Così, qualche anno fa riprende uno studio più costante della chitarra, partecipa al laboratorio di scrittura e composizione con Francesco Di Bella e Dario Sansone e inizia a studiare canto con il Maestro Francesco Ruocco. “La musica – racconta il songwriter – è diventata lo strumento privilegiato per sperimentarmi e cercare di comprendermi meglio, spinto dal desiderio di ricerca del Senso di questo Viaggio in Terra”. “Sacra nostalgia” è il titolo dell’EP del suo primo importante esordio musicale. La trama principale del mini-conceptalbum è l’aspirazione verso la comprensione di CHI SIAMO realmente, al di là dei condizionamenti, dei caratteri, delle ombre e delle paure che ci portiamo dentro. Attualmente sta lavorando al suo nuovo EP e al suo secondo romanzo.

FABIO GUGLIELMINO è un cantautore chitarrista, autore e compositore di testi teatrali, ha studiato e approfondito canto e composizione presso l’accademia dello spettacolo di Amburgo ed è stato protagonista nel 2016 e 2017 dei Festival delle Culture di Stoccarda, rappresentando la comunità Italiana. In Italia è stato recensito da diverse testate nazionali e insignito del Premio Lia Pipitone per aver scritto il brano “come vorrei che fossi qui” dedicato alla vittima di mafia.  Il suo lavoro discografico “Brucke10” è trasmesso presso numerose emittenti italiane e tedesche ed è stato presentato in Auditorium RAI Sicilia lo scorso anno e nella sede Arci Gay di Milano; perché tratta di argomenti quali il rapporto a distanza e l’emigrazione. Attualmente è in produzione il progetto “Manie ed Eroi” tutto centrato sull’epica che è fatta rivivere in chiave moderna, pop. Questo non comprende solo il disco “io mi chiamo Achille” uscito nel 2020, ma anche lo spettacolo “Epica fa rima con Pop”, già messo in scena lo scorso 8 giugno in auditorium rai Sicilia e presentato nelle scuole siciliane. 

FEDERA è il progetto folk nato da un’idea di Federica. Nel Luglio 2016 la formazione ufficiale “Federa&Cuscini” apre il concerto a “La Maschera”. Questa formazione rappresenta l’unione semplice e complice di chi fa della musica un’àncora, il più efficace dei modi per sentirsi bene. Nell’Ottobre 2016 il debutto in Camera d’Autore duets in cui inizia una collaborazione con artisti partenopei emergenti e non. Nel giugno 2017 presentano il loro primo EP “Viento ‘e Curaggio” e nel novembre successivo partecipano e vincono il primo premio di “LIBERE VOCI FESTIVAL 2017”. Poi nel Luglio 2018 partecipano e vincono anche il primo premio della VII Edizione “Festival dei Castelli Romani” di Velletri con il brano “Chi t’ o ‘fa fa’”. Nel Maggio 2019 sono nella line-up del PRIMO MAGGIO A NAPOLI (P.zza Dante). Federa sono un progetto folk/soul italo-napoletano che segue un concetto immediato: la semplicità dei buoni abbinamenti. Un incontro di pensieri ed emozioni messi in musica ed uniti alla complice “voglia ‘e sunà”.

LA STAZIONE DELLE FREQUENZE nasce nel 2016 a Benevento come gruppo di cover Progressive Rock. Dopo alcuni live si decide di cominciare a scrivere del materiale inedito e così nel 2018, presso i Red Sofa Lab di Benevento, viene registrato “Physis”. “Physis” è un album di 8 tracce inedite, uscito il 13 Gennaio 2019 dopo la sua presentazione al Teatro De Simone a Benevento e anticipato dal singolo “Racconto”, con cui il gruppo ha raggiunto la selezione dei 130 finalisti del contest del Primo Maggio di Roma nel 2019 (1MNext 2019). Attualmente siamo impegnati nel lavoro di scrittura del nostro secondo disco. 

L’INVIDIA è un progetto che nasce dall’esigenza di Vittorio di dar forma ai suoi pensieri e riflessioni sulle cose che lo circondano. I testi inediti, tutti in Italiano, nascono da malesseri sociali, espliciti e velati da un cinico sarcasmo, senza mezze misure. C’è critica, ma non falso intellettualismo. È forte il richiamo al cantautorato rivoluzionario di Rino Gaetano. Dopo qualche anno al progetto si aggiungono Antonio Di Filippo al sax che rafforza la componente melodica delle composizioni, e Giovanni Caiazza, maestro di percussioni, musicista classico con un forte bagaglio Popular. Dopo la partenza per studi in olanda del sassofonista ,Vittorio decide di dare un’altra impronta al progetto e quindi si aggiungono Lorenzo alle chitarre elettriche e Gino al basso. Il sound si rafforza notevolmente, dal folk blues acustico si passa al blues rock e i pezzi prendono tutta un’altra forma. Dopo alcune serate ed un’intesa forte si decide di entrare in studio. 

L’ULTIMO DEI MIEI CARI – E’ un cantautore indie e vive a Pisa, nel 2019 si esibisce sul territorio pisano e il primo singolo “Lacrime di Sale”, prodotto da Francesco Meleca, esce su Spotify e sulle piattaforme digitali il 14 Febbraio del 2020. Progetto nato ad Agosto del 2019 il cantautore Giuseppe si esibisce sempre in ogni live con la stessa formazione.

MEGARIDE – Si formano nel 2016 e scelgono il loro nome ispirandosi all’isolotto dove sorge il Castel dell’Ovo nel cuore del Golfo di Napoli, la scelta è determinata dal desiderio di omaggiare la loro terra. Il loro sound rock si ispira alle sonorità grunge degli anni ’90. Nel 2018 viene rilasciato l’EP d’esordio VUOTO anticipato dall’uscita del video 4MURA. Nel 2019 rilanciano il loro singolo IMMOBILE. Parallelamente all’attività di studio girano l’Italia con i loro live e partecipano al concerto del 1 maggio a Napoili.

ROCA è autore e compositore delle sue canzoni. Sempre in cerca di nuovi stimoli viaggia nel passato e ne ama il gusto retrò. Cerca di sintetizzare una proposta in bilico tra la tradizione italiana e la novità contemporanea. E’ nato in Basilicata dove ha mosso i primi passi da musicista con i Judas, rock band di cui era compositore ed autore dei brani. Successivamente si sposta e vive in varie cità, legandosi a diversi progetti musicali tra cui la Balca Bandanica in veste di bassista. Ha studiato cinema e comunicazione nelle università dell’Aquila e di Perugia. Attualmente è impegnato a portare in giro il suo progetto con il singolo “La Domenica” a cui a breve seguirà un EP prodotto da Valter Sacripanti.

STONA – Vincitore di diversi Festival, come: Biella Festival nel 2017; nuovo IMAIE 2017; Miglior arrangiamento 2018 al botteghe d’autore; finalista nazionale 2020: premio Fabrizio De André, 1MNXT concerto 1°Maggio, Roma ecc. Stona, artista in equilibrio fra la musica d’autore e l’easy listening del pop nostrano, è prodotto da Guido Guglielminetti, storico bassista e produttore di Francesco De Gregori.  Nel 2018 pubblica l’album “Storia di un equilibrista “ e con il singolo “Santa pazienza” raggiunge la top 20 della Indie Music Like redatta settimanalmente dal MEI. A Marzo 2020 pubblica online un brano autoprodotto “Andra’ tutto bene”, dedicato al particolare momento storico causato dell’emergenza covid-19 e lo utilizza all’interno di alcune campagne di sostegno rivolte a raccogliere fondi per gli ospedali, medici e infermieri. Il 16 Aprile 2020 esce il nuovo singolo ufficiale, “Io sono Marco”, canzone che tocca il delicato tema dell’autismo e che gli consente di essere per la seconda volta di seguito fra i finalisti di NEXT, il contest legato al concertone del Primo Maggio di Roma. Il clip del brano, realizzato dallo stesso Stona, ottiene ottime recensioni e viene trasmesso in anteprima su TGCOM24 Mediaset.

UN GRAZIE A TUTTI I NOSTRI AMICI SOSTENITORI CHE HANNO PERMESSO DI FATTO LA REALIZZAZIONE DELL’EVENTO.